Politica anti-schiavitù e anti-traffico di umani

Dichiarazione politica

  • La schiavitù moderna è un crimine e una violazione dei diritti umani fondamentali. Può assumere varie forme, quali la schiavitù, la servitù, lavori forzati e traffico di umani: tutte queste attività hanno in comune la privazione della libertà personale per lo sfruttamento della persona a fini personali o commerciali. Mostriamo tolleranza zero per la schiavitù moderna e ci impegniamo ad agire in modo etico e con integrità in tutte le nostre attività commerciali e in tutti i nostri rapporti e a implementare e attuare sistemi e controlli efficaci per assicurare che la schiavitù moderna non esista in alcun luogo della nostra attività o delle nostre catene di fornitura.
  • Inoltre, ci impegniamo ad assicurare che vi sia trasparenza nelle nostre attività e nel nostro approccio anti-schiavitù lungo tutte le nostre catene di fornitura in conformità ai nostri obblighi di denuncia nell'ambito del Modern Slavery Act 2015 (Atto sulla schiavitù moderna 2015). Ci aspettiamo gli stessi standard elevati da tutti i nostri appaltatori, fornitori e altri partner commerciali e nell'ambito dei nostri processi includiamo divieti specifici rispetto all'utilizzo di lavoro forzato, obbligatorio o frutto di traffico di umani o rispetto a chiunque sia coinvolto in schiavitù o servitù, che si tratti di adulti o di bambini, e ci aspettiamo che i nostri fornitori adottino gli stessi standard con i loro fornitori.  
  • Questa politica si applica a tutte le persone che lavorano per noi e per nostro conto in qualsiasi ruolo, compresi dipendenti a tutti i livelli, direttori, responsabili, lavoratori interinali, lavoratori distaccati, volontari, stagisti, agenti, appaltatori, consulenti esterni, rappresentanti terzi e partner commerciali.
  • Questa politica non rientra nel contratto di lavoro di alcun dipendente e possiamo modificarla in qualsiasi momento. 

Responsabilità per la politica

  • L'amministratore delegato ha la responsabilità di assicurare che questa politica sia conforme ai nostri obblighi legali ed etici e che tutti coloro che rientrano nella nostra sfera di controllo la rispettino.
  • L'amministratore delegato ha la responsabilità primaria e quotidiana dell'attuazione di questa politica, monitorandone l'utilizzo e l'efficacia, gestendo eventuali problemi a essa connessi, monitorando sistemi e procedure di controllo interni per assicurarsi che siano efficaci per combattere la schiavitù moderna. 
  • Il managment di tutti i livelli è responsabile di assicurare che i propri sottoposti comprendano e rispettino questa politica e ricevano una formazione adeguata e regolare a riguardo e in riferimento al problema della schiavitù moderna nelle catene di fornitura.
  • Vi invitiamo a esprimere il vostro parere su questa politica e a suggerire modi per migliorarla. Commenti, suggerimenti e domande sono i benvenuti e devono essere indirizzati al responsabile della conformità.

Conformità alla politica

  • Sei tenuto a confermare la lettura, la comprensione e il rispetto di questa politica da parte tua.
  • La prevenzione, il rilevamento e la segnalazione della schiavitù moderna in qualsivoglia parte della nostra attività o delle nostre catene di fornitura è responsabilità di tutti coloro che lavorano per noi o nell'ambito della nostra sfera di controllo. Ti viene richiesto di evitare qualsiasi attività che potrebbe comportare o suggerire una violazione di tale politica.
  • Se ritieni o sospetti che vi sia un conflitto con questa politica o che possa verificarsi in futuro, sei tenuto a notificarlo al tuo diretto responsabile o all'amministratore delegato o ancora alla Helpline riservata al più presto possibile.
  • Ti incoraggiamo a sollevare tempestivamente questioni riguardanti qualsiasi problema o sospetto di schiavitù moderna in qualsiasi parte della nostra attività o delle catene di fornitura di fornitori terzi. 
  • Se ritieni o sospetti che si sia verificata una violazione di questa politica o che potrebbe verificarsi, devi notificarlo immediatamente al responsabile o all'amministratore delegato o segnalarlo nell'ambito della nostra politica di Whistleblowing (denuncia di irregolarità da parte di informatori interni) il più presto possibile. Ti preghiamo di tenere conto che, ove del caso, e mantenendo come massima priorità il benessere e la sicurezza dei lavoratori locali, offriremo supporto e una guida ai nostri fornitori per aiutarli ad affrontare pratiche lavorative coercitive, di sfruttamento e di abuso nelle loro attività e nelle loro catene di fornitura.    
  • Se non sei sicuro che una particolare azione, il trattamento dei lavoratori in generale o le loro condizioni lavorative presso un anello della nostra catena di fornitura costituiscano una delle varie forme di schiavitù moderna, solleva immediatamente la questione con il tuo diretto responsabile, con l'amministratore delegato o attraverso la Helpline riservata. 
  • Desideriamo incoraggiare un atteggiamento di apertura e sosterremo chiunque sollevi preoccupazioni reali, in buona fede, nell'ambito di questa politica, anche se si riveleranno sbagliate. Ci impegniamo ad assicurare che nessuno soffra ritorsioni in conseguenza di una segnalazione in buona fede dei propri sospetti in riferimento alla schiavitù moderna in qualsiasi forma, all'interno della nostra attività o in una delle nostre catene di fornitura. Le ritorsioni includono licenziamenti, azioni disciplinari, minacce o altri trattamenti sfavorevoli connessi al sollevamento della questione. Se ritieni di essere stato vittima di uno di questi trattamenti, informa immediatamente il responsabile della conformità. Se sei un impiegato e rilevi che non si pone rimedio alla questione, dovrai sollevare il problema formalmente attraverso la nostra procedura per i reclami interni (Grievance Procedure), disponibile nella sede principale.

Comunicazione e conoscenza di questa politica

  • La formazione su questa politica e sui rischi che la nostra azienda affronta rispetto alla schiavitù moderna nelle proprie catene di fornitura, fa parte del necessario processo introduttivo per tutti gli individui che lavorano per noi, e una formazione regolare sarà fornita secondo necessità.
  • Il nostro approccio di tolleranza zero per la schiavitù moderna deve essere comunicato a tutti i fornitori, appaltatori e partner commerciali all'inizio della nostra relazione commerciale e deve essere opportunamente sottolineato in seguito.
  • Violazioni della politica
  • Un dipendente che violi questa politica sarà sottoposto ad azione disciplinare, che potrebbe comportare il licenziamento per giusta causa o per colpa grave.
  • Potremmo concludere il nostro rapporto con altri individui e altre organizzazioni che lavorino per conto nostro, in caso di violazione di questa politica da parte loro.